Come arredare una camera da letto piccola?

Come arredare una camera da letto piccola?

Quando i sogni hanno spazi piccoli

Organizzare e arredare una camera da letto è stimolante e divertente, indistintamente dalle sue dimensioni o dai suoi spazi. Un ambiente di piccole dimensioni, richiede tuttavia, una maggior attenzione ai dettagli.

Fonti di ispirazione per arredare una camera piccola ve ne sono infinite: basta fare una semplice ricerca su Google. Il segreto è, però, creare una camera che non sia esclusivamente “Instagrammabile” o “ da copertina” ma che rispecchi i propri gusti e le proprie abitudini.

Ecco di seguito le 3 regole da seguire per arredare la propria “mini-room”

Meccanismo parallelo

1. IL LETTO

L’elemento fondamentale di ogni camera da letto è lui: il letto. La sua scelta è molto importante perché determinerà la gestione del resto degli spazi della nostra stanza. Consigliamo di optare per un letto contenitore. È un’ottima soluzione salvaspazio che permetterà di ricavare un vano porta oggetti sotto al proprio letto. Anche il posizionamento è fondamentale. Infatti, nelle stanze piccole è opportuno posizionare il letto lungo le pareti, meglio se ad angolo, al fine di lasciare lo spazio centrale libero.

2. GLI ARMADI

Negli ambienti piccoli è necessario sfruttare le altezze. E allora perché non farlo proprio con l’armadio? La soluzione migliore è optare per armadi su misura, stretti in larghezza ed alti sino al soffitto. Le ante devono essere rigorosamente scorrevoli perché lo spazio per aprire le ante battenti spesso è assente. Consigliamo se possibile di inserire anche un’anta specchiata perché quest’ultimo elemento creerà un gioco di riflessi che aumenterà la percezione dello spazio circostante.

3. COLORI E ILLUMINAZIONE

In una camera da letto di piccole dimensioni a fare la differenza sono altri due elementi fondamentali: le pareti e l’illuminazione. Per ampliare gli spazi è doveroso scegliere una tonalità delle pareti dalle nuance chiare e dai toni neutri come il bianco, il grigio perla, il beige. Vivamente sconsigliate le pareti dai toni vivaci. Se proprio non si vuole rinunciare ad un tocco di colore consigliamo di creare dei piccoli punti colorati che attirino l’attenzione lungo la parete.

Per l’illuminazione è importante avere un’ottima luce naturale. Purtroppo non sempre su quest’ultima abbiamo il controllo. Quindi, come fare? La soluzione per mediare a questa problematica è adottare delle luci a led a soffitto o lampadari sospesi.
Ma se c’è una regola che farà la differenza è solo una: imparare a fare decluttering. Organizzando gli spazi, non accumulando oggetti inutili e riducendo al minimo gli sprechi.



Top