Guida al tappeto in camera da letto

Guida al tappeto in camera da letto

Il complemento d’arredo che sa di casa

È inverno, fuori fa freddo e non avete voglia di alzarvi dal letto. Le alternative sono due: imbattersi nel gelido pavimento oppure appoggiare i piedi in un morbido e caldo tappeto. Di varie forme, materiali e dimensioni il tappeto è un oggetto che divide: “c’è chi lo odia e chi lo ama”. Accogliente, caloroso, un ottimo complemento d’arredo richiede però cura ed attenzione nella sua pulizia.

Se sei ancora indeciso se comprare un bel tappeto per la tua camera da letto, di seguito ti daremo delle buone motivazioni per portare a termine il tuo acquisto.

Perché inserire un tappeto nella camera da letto? 5 buoni motivi

1. Migliora l’arredamento. Il tappeto è un complemento d’arredo a tutti gli effetti, quindi, contribuisce a migliorare l’aspetto della stanza. Inserire un bel tappeto permette di definire al meglio lo stile dell’ambiente. Una trama antica per una camera classica, colori e fantasie geometriche per camere dal design moderno.
2. Illumina un ambiente. Ipotizzando di avere una camera da letto scura con poca illuminazione, magari con pavimenti dai toni spenti, inserire un tappeto dalle nuance chiare permette di aumentare la luminosità nella stanza.
3. Corregge le imperfezioni. I pavimenti con lo scorrere del tempo sono soggetti a usura. Piastrelle screpolate, legno macchiato, parquet graffiato sono difetti comuni in ogni abitazione. Se desideri comunque dare un bell’aspetto alla tua camera, il tappetto è un’ottima soluzione sia estetica che economica.

4. Isolamento acustico. Alcune persone non hanno di certo il passo leggero e lo sa bene chi abita in un condominio. Passi pesanti e ben rumorosi danno vita ad un bel concerto che disturbano vicini e coinquilini. Il tappeto permette di attutire i passi diminuendo i rumori.
5. Comfort. I tappeti sono morbidi al tatto e sulla pelle. La sensazione di potervi camminare a piedi nudi è rilassante e confortevole.

Dove posizionare il tappeto

È molto importante capire quale funzione avrà il nostro tappeto in camera da letto: decorativa o un elemento di comfort sul quale poggiarvi i piedi?

A seconda della scelta e dello spazio disponibile potrà essere inserito in più aree della camera. Davanti alla pediera oppure sotto a tutto il letto in modo da uscire su tre lati e creare una morbida passatoia. L’importante è rispettare le proporzioni della camera.

Camera da letto vintage 2

La forma del tappeto

La forma tradizionale dei tappeti è quella rettangolare. Ideale sia negli ambienti ristretti creando che vi sia più spazio che nelle stanze grandi riempiendo un ambiente apparentemente spoglio. Tradizionale e mai monotona, la forma rettangolare è perfetta in ogni ambiente. Per un aspetto deciso che si contrappone agli schemi tradizionali il tappeto tondo è la giusta soluzione. Le sue linee sinuose e morbide si differenziano dalla linearità dei mobili circostanti divenendo così il protagonista. Il tappeto tondo è una forma più eccentrica che porta movimento e luminosità in un ambiente.

Tra forme e materiali

I tappeti presenti in commercio sono dai materiali più vari. Materiali naturali come la lana, soffice, calda o la seta elegante e pregiata. Passando poi per il cotone, resistente e facile da lavare. Sino alle fibre sintetiche: poliestere e nylon.

Particolare attenzione dovrai riporre alle fantasie e alle trame del tappeto. Un classico, per non sbagliare mai, è scegliere tappeti dai toni neutri come beige e grigio, perfetti per ogni stile. Per una camera moderna un tocco di vivacità può essere portato da tappeti dai toni accesi e con fantasie geometriche: linee, cerchi triangoli.

Di ispirazione moderna sono anche i tappeti a righe e con fantasie astratte. Anche i tappeti etnici sono una valida alternativa. Motivi geometrici e floreali si uniscono al fascino senza tempo del tappeto persiano. Elegante e raffinato è perfetto nelle camere in stile classico.

Il trucco per un tappeto a prova di batteri

Se sei indeciso se acquistare un tappeto a causa del possibile proliferare dei batteri ecco di seguito un semplice trucco “della nonna” che contrasta gli acari in ogni sua forma. Un ottimo disinfettante è il bicarbonato. Basterà gettare la sua polvere sopra al tappeto e farla agire per circa 8 ore per poi rimuovere il tutto con l’aspirapolvere. Questo metodo permetterà di rimuovere ogni batterio dal tappeto.



Top