La camera da letto shabby chic

La camera da letto shabby chic

Lo stile d’arredamento Shabby Chic

Letteralmente elegante e trasandato, due parole agli antipodi per descrivere uno stile dal fascino vintage ma contemporaneo. Stiamo parlando dello stile Shabby Chic. Uno stile che permette di dare ai mobili vecchi e polverosi una seconda possibilità di vita venendo restaurati. Forte richiamo all’atmosfera dei cottage e delle case di campagna inglesi nel periodo vittoriano, il termine è stato usato per la prima volta nel 1980 dalla rivista “The World of Interiors”. Ogni ambiente della casa può essere arredato in stile Shabby Chic, ma questo stile trova nella camera da letto il suo aspetto migliore

LA PALETTE SHABBY CHIC

Quando parliamo di Shabby Chic non stiamo parlando di nulla di troppo vivace e chiassoso. La palette ruota attorno al bianco e alle nuance delicate, neutre, opache e come il beige, crema, tortora e tonalità pastello come il rosa cipria, verde salvia. Tonalità che ben si sposano con materiali naturali come il legno ed il ferro battuto. Anche i tessili e la loro composizione in questo stile fanno la differenza: cotone grezzo, seta e pizzo macramé sono l’ideale.

IL LETTO SHABBY CHIC

Il vero protagonista delle camere Shabby Chic: il letto. Alla base di tutto in questo stile c’è sempre il romanticismo e cosa non c’è di più romantico di un letto in ferro battuto dai richiami floreali? Se, però, ti sembra un po’ troppo esagerato come complemento d’arredo, abbiamo delle soluzioni più sobrie: la testiera in legno intarsiato oppure in tessuto di cotone dai toni neutri come il grigio o tortora.

L’ARMADIO E I COMODINI

Proprio per il principio cardine dello stile Shabby dove l’obbiettivo è ridar luce ai vecchi mobili non è necessario comprare un armadio nuovo. Basterà far visionare il proprio vecchio armadio da un buon falegname che carteggiando e ritinteggiando le ante con colori neutri gli darà una nuova funzionalità e stile. Saranno i dettagli a renderlo vintage: cuori di stoffa appesi alle ante, stickers floreali, pon pon…

Se, invece, vuoi seguire alla lettera tutte le regole dello stile Shabby allora dovrai optare per un armadio di legno dotato di fregi, decorazioni ed intarsi tono su tono. Lo stesso vale per i comodini: potrai recuperare quelli vecchi magari con la tecnica del decapaggio, oppure comprarne di nuovi. Non c’è una regola precisa da seguire. I comodini potranno anche essere diversi tra loro ma è importante che siano tutti dello stesso tono.

LA TOLETTA

Celebre nel film cult Colazione da Tiffany dove un’elegantissima Audrey Hepburn si trucca prima di entrare in scena, la toletta è il posto ideale dove dedicarsi alla cura di se stessi. Un angolo personale ricavato nella propria camera, dove, a differenza del bagno, ci si può sedere e preparare in comodità. Per una toletta in perfetto stile Shabby ancora una volta dominano i colori tenuti e romantici: bianco, tortora, rosa cipria. Per un tocco ancora più ricercato, via libera alle decorazioni: boccette di profumo vintage, fiori in vaso recisi, portafoto o collane appese.

I DETTAGLI

Sono i dettagli nello stile Shabby Chic a fare la differenza. Si tratta di un gioco di decorazioni ed accessori che rendono un ambiente, anche il più formale, in perfetto stile Shabby.

1. Pareti. Desiderate delle pareti Shabby ma non avete tempo per dipingere? La soluzione è la carta da parati! Floreale o a righe in perfetto stile parigino, in commercio non c’è che l’imbarazzo della scelta.
2. Lampadari. Il lampadario deve essere rigorosamente in stile Chandelier, con cristalli e diamanti.
3. Accessori: candelabri, vasi, gabbiette vuoti per uccelli, cesti in vimini e candele profumate in ogni angolo della tua camera.

In conclusione, se siete romantici, amanti del vintage e del restauro dei vecchi mobili lo stile Shabby Chic fa al caso vostro.



Top